11 marzo 2010

Il riposo (forzato) del guerriero.


Alla fine ho avuto il penoso responso, prevedibile e previsto, ma sempre penoso. L'infortunio è dovuto allo stiramento del muscolo bicipite del femore, con rottura di qualche fibra. La cosa più noiosa però è che dopo lo stop di molti mesi dello scorso anno per l'infortunio al ginocchio destro, ricominciando ad allenarmi con buona intensità (capirete, l'arretrato...), ho inconsciamente gravato sul lato sinistro del corpo e dell'articolazione, dando così luogo alla "sindrome retto-adduttoria" alias PUBALGIA, anche se solo al 2° stadio (così ha giustamente sentenziato il mio medico sportivo). Con lo spirito indomito del Cavaliere Templare che china si, il capo davanti al nemico invisibile, ma sarà pronto a rialzarla e con più forza al termine della battaglia, combatterò quest'altro drago, vincendolo! Mah, oggi ho lo spirito "fantasy";  forse è meglio prenderla così! In bocca al lupo, Daniele...

14 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Dai mal comune mezzo gaudio ...pure io ho avuto uno stiramento ...con rottura(leggi strappetto) di qualche fibra.
Certo il bicipite femorale merita tutto il rispetto del caso perchè è quello che fa sempre il massimo del lavoro.

Daniele ha detto...

Purtroppo è come dici tu. Massimo rispetto e massima prudenza per i guai muscolari. Vabbè, tanto non mi "corre" dietro nessuno. Un saluto.

the yogi ha detto...

e che tipo di terapia/riabilitazione seguirai? mi interessa....

Francarun ha detto...

In bocca al lupo...o meglio al Drago Daniele...speriamo tu ti rimetta presto...be lo sai benissimo che questi infortuni sono sempr in agguato per noi che corriamo....!!!!
Rimettiti !

Francarun ha detto...

Dimenticavo...menomale che non è uno strappo come mi feci io a Fucecchio sennò er pure peggio...io ne pago ancora le conseguenze !

Daniele ha detto...

@ the yogi - Ciao, il medico mi ha prescritto 20-25 gg di riposo assoluto della gamba (quindi è possibile il potenziamento in palestra della parte superiore), dopodichè mi ha dato questo esercizio: a pancia in giù, peso da 3kg sulla caviglia, piegamento della gamba tallone-natica 3x30 e se non c'è fastidio incrementare con 3kg alla volta ma sempre in assenza di dolore. Stretching leggero fino alla completa ripresa dopodichè incrementare. Questa è la terapia.

@ Ti ringrazio Franca. Non è uno strappo e questa è una fortuna. Tu del braccio stai meglio? Certo che convivere con certe patologie è dura, vero? Ma tu sei FORTISSIMA! A presto.

the yogi ha detto...

hmm, interessante: generalmente si potenzia l'antagonista.....

Daniele ha detto...

Mah, se è efficace te lo saprò dire, comunque ho fiducia in questo medico. Poi, come dicevo nel post in relazione alla pubalgia, devo fare allungamento e scarico dei muscoli abduttori e medio gluteo, dei lombo-sacrali e ischio-tibiali, che sono al momento tonici ma rigidi... un casino, insomma!

Anonimo ha detto...

ciao mi chiamo Daniele da Prato, auguri da uno che con gli infortuni ci convive da una vita...
Occhio agli stiramenti e contratture varie, sono come una spada di damocle che si ripresentano quando uno meno se lo aspetta (sono delle bestiacce davvero)

Daniele ha detto...

Grazie dell'intervento Daniele, mi sto rendendo conto della noiosità di questo tipo di infortunio, sono d'accordo con te!

Simone e Anita ha detto...

forza e pazienza Daniele

Daniele ha detto...

Grazie, la pazienza c'è e la forza (muscolare, ovviamente) cala ogni giorno di più. A presto.

Daniele ha detto...

e lo so.. è dura, ma tornerai in piena forma. L'annos corso prima di riprendere gli allenamenti avevo rinforzato con fisioterapia la gamba sinistra che cedeva sempre.. e poi dopo che ho ripreso a correre dopo poco eco che il crac è avvenuto nella gamba destra. Ma non mollare che alla fine si vince noi..

Daniele ha detto...

Grazie per l'incoraggiamento Daniele, in fondo il nostro nome in ebraico mi sembra voglia dire "figlio di Dio", o no?

Related Posts with Thumbnails